mercoledì 16 dicembre 2015

Intervista di Pietro De Bonis a Patrizia Dassisti, autrice del libro “Vinci le difficoltà!”.

Patrizia Dassisti nasce a Torino nel 1980, laureata nel 2013 in scienze infermieristiche è educatrice d’infanzia, ha sempre avuto interesse del mondo dei bambini e un forte desiderio di aiutare a migliorare la vita delle persone in difficoltà, grandi e piccole. Per questo a intrapreso la via del coaching frequentando il master Real ResultCoaching, diventando Life ed Educational Coach. “Vinci le difficoltà! – E riscopri la tua nuova vita” è il suo libro di cui oggi vi parliamo.

Il libro: “Nella vita accadono eventi, che non riesci a spiegarti, non trovi le ragioni, quando da bambina hai paura di tutto, ma nessuno ti spiega, quando crescendo cerchi  un dialogo e non lo trovi.  Quando hai sempre fatto di tutto per essere una figlia degna di quel nome ma a poco è servito, quando ti sposi o intraprendi una relazione e scopri che… il peggio doveva ancora arrivare. Inizi a soffocare tutto dentro, perché hai paura di raccontare, paura di vivere.  Passano gli anni e pensi che la soluzione possa essere solo qualcosa di estremo. Rimani salda alla tua ancora, perché e li che troverai la ragione della tua vita e da lì ripartirà il tuo mondo. Io ho fatto così e stata quell’ancora che mi ha guidata.”

Patrizia Dassisti si è resa molto disponibile a rispondere ad alcune mie domande.



Pietro De Bonis: Ciao, Patrizia! “Vinci le difficoltà!” un libro che sprona  le persone a combattere, a non arrendersi davanti alle paure.

Patrizia Dassisti: Vinci le difficoltà è un libro che ti aiuta a comprendere che le difficoltà sono davvero un’opportunità che la vita ti da per crescere nel tuo percorso, per comprendere e dare risposta a tutti quei punti interrogativi che hai dentro di te ed in ultimo a far si che tu possa attraverso le difficoltà portare a casa il meglio e poter star bene con te stessa innanzitutto, poi con gli altri.

Pietro De Bonis: Grazie al racconto della travagliata e difficoltosa storia di Dafne, la protagonista del tuo libro, vuoi far credere che tutte le difficoltà sono superabili.

Patrizia Dassisti: Tutte, davvero tutte le difficoltà si possono superare,  ognuno  a suo modo. Naturalmente se una persona è tetraplegica ad esempio, non potrà mai, nonostante la volontà mettersi a correre una maratona su due gambe,  non parliamo di magia o miracoli, ma potrà correre quella maratona sicuramente in un modo diverso, con gli strumenti che ha a disposizione.  Solo quando si realizzano obiettivi così importanti, comprendi come davvero tutto si può superare, ad esclusione di una sola cosa, la morte.

Pietro De Bonis: Ci leggi un breve stralcio di “Vinci le difficoltà!”?
Patrizia Dassisti: ”Credevo che il mio viaggio fosse giunto alla fine, mancandomi ormai le forze. Credevo che la strada davanti a me fosse chiusa e le provviste esaurite. Credevo fosse giunto il tempo di trovare riposo in un’oscurità pregna di silenzio. Scopro invece che i tuoi progetti per me non sono finiti e quando le parole ormai vecchie muoiono sulle mie labbra, nuove melodie nascono dal cuore; ed ove ho perduto le tracce dei vecchi sentieri un nuovo paese mi si apre con tutte le sue meraviglie”. Tratto dal libro best seller Vinci le Difficoltà”

Pietro De Bonis: Ritieni la figura del coaching, fondamentale nella vita. Chi è un coaching, Patrizia?

Patrizia Dassisti: Il coach è un allenatore mentale, che ti aiuta, ti porta, ti guida, verso un obiettivo che tu  vuoi raggiungere, attraverso pochi passi, semplici e definiti, sostenendoti nel percorso. Tutti noi siamo dei coach dentro di noi e che ne siamo inconsapevoli tante  volte… Un genitore è un coach con il proprio figlio, in una coppia si è reciprocamente dei coach, e il coach più straordinario a mio avviso e il bambino, fin dai suo primi anni di vita…

Pietro De Bonis: Scrivi che è importantissimo seguire il proprio istinto e non rimanere in balia degli eventi.

Patrizia Dassisti: Assolutamente si. E’ fondamentale rimanere centrati su ciò che si 
vuole, gli obiettivi che si desiderano raggiungere. Vuol dire essere al timone della propria nave e condurla nella direzione che una persona vuole raggiungere. Altrimenti ti troveresti solo su una barca con vele spiegate e motore spento andando dove il vento ti porta.

Pietro De Bonis: “Vinci le difficoltà!” pone molte domande al lettore, ma porsi quest’ultime sono un punto di arrivo o di partenza in una persona?
Patrizia Dassisti:Queste domande sono assolutamente un punto di partenza. Nel libro Dafne ne ha passate davvero tante, ma sono avvenimenti che colpiscono ogni essere umano nella prorpia vita. Chi la salute, chi l’amore, chi il rapporto con la propria famiglia di provenienza. Dafne è sicuramente un concentrato di tutto ciò e tutte le domande che nascono leggendo questo racconto devono essere un punto di partenza per guardarsi dentro, capire cosa si vuole, fare i bagagli e partire per andarsi a prendere ciò che più si desidera.

Pietro De Bonis: Stai lavorando su un nuovo testo, a una nuova missione educativa?

Patrizia Dassisti: Ciò che bolle in pentola è davvero molto. Sono molti i progetti a cui sto lavorando e dedicando il mio tempo.  Sicuramente una nuova missione educativa (0-5 educational) un programma che giunge in aiuto ai genitori che necessitano di un supporto per l’educazione dei loro bambini fin dalla nascita, c’è un titolo pronto per un nuovo libro,  il coaching con i primi clienti,  e altri progetti di vita. Tutti questi non sono in ordine di importanza, perché se un ordine dobbiamo dargli allora andrebbero messi tutti al primo posto.

Pietro De Bonis: Grazie mille per questa intervista, Patrizia. Vuoi aggiungere ancora dell’altro?  Lascio a te la conclusione.

Patrizia Dassisti: Vinci le tue difficoltà anche tu, e riscopri la tua nuova vita perché te lo meriti assolutamente, e  se vorrai e ne sentirai la necessità io ci sarò a sostenerti. Grazie a te Pietro per questa opportunità e grazie a tutti voi lettori per avermi seguita, a presto ciao…







Nessun commento:

Posta un commento