sabato 3 maggio 2014

Intervista a Cristina Caboni - Il sentiero dei profumi (Garzanti)

La vita è un profumo, ogni cosa non è solo materia o immagine ma vive in un'essenza. Anche i nostri ricordi sono profumi, i nostri quotidiani istanti. E' con questo Romanzo di esordio Cristina Caboni lo descrive bene, ammaliandoci, non solo con la storia che vive la protagonista, Elena Rossini,  ma attraverso un percorso delicato e sentimentale. Il sentiero dei profumi uscirà in Italia l'8 maggio ma già altri paesi hanno acquistato i diritti. Cristina Caboni è già un fenomeno letterario per gli editori e sono sicura che lo sarà anche per i lettori.

Ma leggete ed ascoltate la sua intervista, vi innamorerete di lei e del romanzo Il sentiero dei profumi.

1. Benvenuta Cristina e grazie per la tua disponibilità.
Grazie a te Francesca.

Il sentiero dei profumi è il tuo romanzo d’esordio, un romanzo italiano già venduto in Europa e diventato un fenomeno letterario Internazionale. Come ci si sente ad essere paragonati dalla stampa come "Il linguaggio segreto dei fiori" di Vanessa Diffenbaugh, con ha venduto milioni di copie in tutto il mondo?

Lo prendo come un buon augurio. In realtà si tratta di due storie molto diverse. In comune hanno la sensibilità delle protagoniste verso un mondo delicato, impalpabile e profondamente emozionante. Un mondo fatto di intuizione e di percezione, spesso privo di parole, capace nonostante tutto di intensi significati. I fiori parlano attraverso la simbologia, la bellezza, e la grazia. E comunicano con il loro profumo. Il profumo a sua volta suscita emozioni, e consegna i ricordi ad esso legati. La bellezza racchiusa nel linguaggio dei fiori, e nel sentiero dei profumi, è qualcosa che si percepisce con l’anima, e con i sentimenti.


2. Cito il tuo romanzo: Il profumo è il sentiero. Percorrerlo significa trovare la propria anima. Cos’è l’anima per Cristina? Un’essenza, una materia, un’energia?

L’anima è la nostra essenza, arricchita dai nostri ricordi, le nostre esperienze, ciò che abbiamo imparato da bambini in modo cosciente e anche in modo passivo. Racchiude i nostri bisogni più profondi, i desideri, le aspirazioni. Comprendere la propria anima equivale a trovare sé stessi, e ci aiuta ad avere una visione più chiara dei nostri obiettivi. L’anima è anche la parte più autentica di noi. Spesso la perdiamo di vista, o ci nascondiamo. Solo quando riusciamo ad averne piena consapevolezza possiamo davvero essere felici. 

3. Tu nella vita sei a stretto contatto con la natura, vivi in Sardegna e lavori per l’Azienda apistica di famiglia, ami le rose e ne coltivi tantissime specie, hai anche tre figli. Come trovi il tempo e l’inspirazione?

L’ispirazione è ovunque. Il mondo che mi circonda che è veramente meraviglioso, fatto di fiori e fragranze, di una natura aspra e spesso selvaggia. Di un mare così azzurro da togliere il fiato. E poi ogni giorno accade qualcosa di speciale, degno di nota. Basta solo riuscire a vedere tutte le sfumature. Il resto è dentro di me. Il tempo invece è qualcosa che devo necessariamente trovare. Dunque mi sveglio all’alba, quando i miei figli ancora dormono e utilizzo quelle ore per scrivere. È la parte più produttiva della giornata. In fondo è solo questione di organizzarsi.

4. Parlaci di Elena Rossini, la protagonista del tuo romanzo, e adesso che hai terminato quanto ti manca?

Elena è una ragazza molto sensibile, delicata, e piena di grazia. Ha conosciuto il disprezzo, l’arroganza, la codardia. E ne è stata travolta. Eppure la sua anima è rimasta intatta, come pure la capacità di amare. Solo che lei non comprende il proprio valore, e non ha fiducia in se stessa. Allora utilizza i profumi per comunicare le proprie emozioni, come se utilizzasse un vero e proprio linguaggio. Elena mi ha insegnato a osservare, a fermarmi, a dare il giusto peso alle cose. Un po’ figlia, un po’ sorella, un po’ amica. Lasciarla andare è stata dura. Ma la sua storia si è conclusa. Adesso che un’altra donna mi sta mostrando la sua vita, e che accompagna le mie giornate letterarie, sento meno la sua mancanza.  

5. Siamo vicini alla data di uscita del tuo romanzo, Il Sentiero dei profumi, che arriverà in tutte le librerie l’8 maggio. Come vivi quest’attesa? e come la immagini?

Mi sembra di essere tornata bambina, a quando contavo i giorni che mi separavano dal mio compleanno in primavera, e dal Natale in Inverno. La sensazione è esattamente quella. C’è anche un filo di ansia, e di timore. Piacerà il mio romanzo? Sarò in grado di affrontare le presentazioni senza dimenticarne il titolo? O il mio stesso nome? Riuscirò a emozionare il mio lettore? A farlo sognare? Sì… in effetti questo è un momento pieno di interrogativi, di gioia e panico in parti uguali.

6. Adesso ti aspettano tantissimi appuntamenti, Il salone del Libro di Torino una tappa importante, quali date puoi già comunicare?

Sarò al salone del libro di Torino il dieci maggio e presenterò Il sentiero dei profumi al caffè letterario, alle diciannove. Poi il 12 maggio lo presenterò a Firenze, alla libreria IBS.IT, via Rizzoli, Knit caffè. Il 13 invece sarò a Milano Libreria Lirus, via Vitruvio 43, alle ore 13. E sempre il 13 maggio alle 21 presenterò il libro a Legnano. Tra qualche giorno gli appuntamenti saranno disponibili sulla mia pagina facebook: Cristina Caboni – Autrice. Mi piace molto conversare con i mie lettori. Venite a trovarmi.

7. Cristina, ti ringrazio moltissimo per questa bellissima intervista, sicuramente ti ospiteremo ancora. In bocca al lupo per tutto.
Grazie mille a voi per avermi ospitata, è stato un piacere. A presto.


Cristina Caboni è stata ospite nella puntata in Radio della Rassegna dei Libri del 30 aprile 2014. Ecco il video-audio dell'intervista.





Cristina Caboni vive con il marito e i tre figli in provincia di Cagliari, dove si occupa dell'azienda apistica di famiglia. Appassionata coltivatrice di rose, studia da tempo il mondo delle essenze e delle fragranze naturali. Il sentiero dei profumi è il suo primo romanzo. 

La vita mi ha messo alla prova.
Ma con l'iris ritrovo la fiducia.
Con la vaniglia mi sento protetta.
Perché i profumi sono la mia strada.
 

«Un romanzo italiano già venduto in Europa. Un fenomeno come Il linguaggio segreto dei fiori
«L'Espresso»

«Non restare fuori. Entra, cercalo... Fa parte di te, devi sentire ciò che ti suggerisce, devi comprenderlo, devi amarlo.»
Un libro così importante che VanityFair.it ne sta già parlando. Scopri in esclusiva i retroscena del romanzo, clicca qui.

Vai al sito ufficiale www.ilsentierodeiprofumi.com
Il profumo è il sentiero. Percorrerlo significa trovare la propria anima.
Elena non si fida di nessuno. Ha perso ogni certezza e non crede più nell'amore. 
Solo quando crea i suoi profumi riesce ad allontanare tutte le insicurezze. Solo avvolta dalle essenze dei fiori, dei legni e delle spezie sa come sconfiggere le sue paure. I profumi sono il suo sentiero verso il cuore delle persone. Parlano dei pensieri più profondi, delle speranze più nascoste: l'iris regala fiducia, la mimosa dona la felicità, la vaniglia protegge, la ginestra aiuta a non darsi per vinti mai. Ed Elena da sempre ha imparato a essere forte. Dal giorno in cui la madre se n'è andata via, abbandonandola quando era solo una ragazzina in cerca di affetto e carezze. Da allora ha potuto contare solo su sé stessa. Da allora ha chiuso le porte delle sue emozioni.
Adesso che ha ventisei anni il destino continua a metterla alla prova, ma il suo dono speciale le indica la strada da seguire. Una strada che la porta a Parigi, la capitale del profumo, dove le fragranze si preparano ancora secondo un'arte antica. Le sue creazioni in poco tempo conquistano tutti. Elena ha un modo unico di capire ed esaudire i desideri: è in grado di realizzare il profumo giusto per riconquistare un amore perduto, per superare la timidezza, per ritrovare la serenità.
Ma non è ancora riuscita a creare l'essenza per fare pace con il suo passato, per avere il coraggio di perdonare. C'è un'unica persona che ha la chiave per entrare nelle pieghe della sua anima e guarire le sue ferite: Cail. Cail che conosce la fragilità di un fiore e sa come proteggerlo e amarlo. Perché anche il seme più acerbo, quando il sole arriva a riscaldarlo, trova la forza di sbocciare. 
Il sentiero dei profumi è un debutto italiano che è già un fenomeno editoriale internazionale. Conteso in patria dagli editori, è stato venduto in tutta Europa. Cristina Caboni è un'autrice che conquista ed emoziona, che commuove e stupisce. E lo fa con una storia indimenticabile sulle insicurezze dell'animo umano e sul coraggio per affrontarle. Sulle cicatrici del passato che solo l'amore più profondo può rimarginare. 

GUARDA IL BOOKTRAILER




Il sito ufficiale del RomanzoIl sentiero dei Profumi
La pagina di Facebook Cristina Caboni Autrice
La pagina di Garzanti Libri

IL CASO EDITORIALE

Dicembre 2012 Cristina Caboni vive in una casa circondata da piante e fiori. Da quando era una ragazzina la sua più grande passione sono i profumi. Le piace scoprire essenze sempre diverse, mescolarle per crearne di nuove. Il freddo è ancora pungente e lei è riuscita finalmente a scrivere il suo primo romanzo, Il sentiero dei profumi.

Gennaio 2013 Quando un importante agente ha tra le mani il libro, non ha dubbi: è uno dei romanzi italiani più belli che abbia letto negli ultimi anni. Con entusiasmo lo invia alle principali case editrici.

Febbraio 2013 Tutti sono affascinati da questo esordio e sin dalle prime pagine ne riconoscono le enormi potenzialità. Parte un'asta agguerrita, vinta da Garzanti che riesce ad aggiudicarsi il libro.

Estate 2013 Anche all'estero arriva l'eco del grande interesse che si è acceso intorno a questo romanzo. Le case editrici straniere cominciano a leggere il romanzo.

Ottobre 2013 Alla Fiera di Francoforte l'Italia ha un solo protagonista: Il sentiero dei profumi. Gli editor stranieri lo adorano.

Metà ottobre 2013 Il romanzo diventa un fenomeno internazionale prima ancora dell'uscita perché i suoi diritti vengono venduti in tutta Europa, evento rarissimo per un romanzo italiano non ancora pubblicato.

Dicembre 2013 Mentre continua l'interesse all'estero, in Italia tutti sul web iniziano ad attendere con trepidazione l'uscita del romanzo. 

Maggio 2014 Il sentiero dei profumi finalmente arriva in libreria.

2 commenti: