giovedì 5 marzo 2015

Se mi vuoi bene, il nuovo romanzo di Fausto Brizzi


Nessuno è piú letale di chi vuole fare del bene a tutti i costi.

Cari amici lettori, il 10 Marzo arriva in libreria il nuovissimo romanzo di Fausto Brizzi  “Se mi vuoi bene” edito Einaudi.

Dopo il grandissimo successo di “Cento giorni di felicità” che ha venduto in più di 20 paesi, Brizzi torna con un romanzo profondo, capace di emozionarci e farci anche sorridere.

Ecco la trama:

Esiste una sottile ma fondamentale differenza tra "voler bene a qualcuno" e "fare del bene a qualcuno". Purtroppo Diego Anastasi se ne accorge soltanto quando ha già cinquant'anni, una vita di successo alle spalle e una depressione nuova di zecca in corso. Scopre infatti che tutte le persone che ama non hanno tempo per lui e le sue paure. E capisce che nemmeno lui ha mai fatto davvero qualcosa per loro. Nel tentativo di uscire dalla palude emotiva in cui è precipitato decide cosi di fare "qualcosa di attivo", e soprattutto benefico, per i suoi cari. Il risultato è inevitabile: con la precisione di un cecchino, distrugge l'esistenza di ognuno di loro!

A questo punto vi ripropongo la recensione e l'intervista a Fausto Brizzi del precedente romanzo "Cento giorni di felicità". Buona lettura!

Recensione Cento Giorni di Felicità 

Hanno scritto su Cento giorni di felicità:

«Senza essere ancora uscito in Italia, il libro ha entusiasmato Penguin Usa e Picador UK. Einaudi Stile Libero l'ha venduto a Francoforte a una ventina di altri editori in altrettanti Paesi, dal Brasile a Israele». «la Repubblica»

«Un romanzo carico di tutta la vita che ci scordiamo di vivere illudendoci di essere immortali». «Gioia»

«Brizzi riesce a mescolare lacrime e risate». «Elle»

«Alla Buchmesse della Crisi gara per aggiudicarsi Brizzi». «La Stampa»

«Un tono alla Nick Hornby». «il venerdí di Repubblica»



mercoledì 4 marzo 2015

Intervista di Pietro De Bonis a Franco Filiberto, autore del libro “Le ali sulla pelle”

“Questa è la storia di un segreto inquietante e minaccioso, che attraversa lo spazio e il tempo per giungere fino a noi. Aaron, uno psichiatra russo, viene a conoscenza di un segreto dai "racconti" di un suo paziente durante le sue sedute terapeutiche. Il corpo dello psichiatra verrà trovato in un parco del Nord Italia e il caso sarà affidato al commissario Pandolfi. Ivan, un delinquente italo russo, emergerà dalle pieghe del tempo per accompagnarci, fra passato e presente, in un intrigo dai contorni sfumati. In un epilogo tutto da scoprire…”

Franco Filiberto nasce nel luglio del 1948 in Calabria. Per circa dieci anni è stato ufficiale presso la Brigata Paracadutisti Folgore a Pisa e Livorno. Attualmente vive e lavora a Pisa, dove svolge nella sua agenzia l’attività di pubblicitario con il ruolo di Art-director. Appassionato di paracadutismo e immersioni subacquee, ama viaggiare, l’arte, l’enigmistica, la lettura, il cinema, la fotografia e in generale tutte le forme di espressione artistica. Coltiva con caparbietà e alterna perseveranza la passione per la scultura. Dopo varie esperienze con racconti e romanzi brevi, “Le ali sulla pelle” (Zerounoundici Edizioni) è il suo romanzo d’esordio.

Intervista di Pietro De Bonis a Selene Pascasi, autrice del libro “In attesa di me”.


Poi accade che una goccia di cuore si stacca/ dal suo cielo, cade tra le mani del destino e/ insegue il suo cammino.


Selene Pascasi, avvocato, giornalista, scrittrice e firma de Il Sole 24 Ore, torna in libreria con In attesa di me, edito da Rapsodia. L’opera – sugli scaffali a circa un anno dalla silloge poetica Con tre quarti di cuore (Galassia Arte) – raccoglie, in un racconto e 190 aforismi, le più intense emozioni dell’autrice. Il legale aquilano sta muovendo passi importanti nel mondo della poesia contemporanea, aggiudicandosi diversi premi, nazionali ed internazionali, e classificandosi terza al Primo Premio Nazionale Letterario Bukowski.


martedì 3 marzo 2015

Eccomi, sono tornata con un regalo per voi, il romanzo di Enrica Tesio, La verità, vi spiego, sull'amore.

Cari amici lettori, dopo una pausa post-parto, il blog riprende le sue attività con i post dedicati alle interviste, alle recensioni e alle rassegne stampa sui libri e ci saranno nuovi tour di UN LIBRO PER CAPELLO, i salotti letterari dentro i Saloni di Bellezza, non solo a Roma ma anche in altre città (seguite le novità sulla pagina ufficiale di FB).

Sono in preda a biberon, libri, casa, pannolini, raccolta differenziata, folletto, mail, blog, bucato, asse da stiro (ormai come mobile nella sua postazione in casa) aerosol (elettrodomestico in cucina da ormai 4 anni) per il mio Alberto e Matilde una meravigliosa bambina che riesce, per il momento, a farmi fare anche tutto questo, ah... dimenticavo, anche un bimbo di 600 mesi, fate un po' voi i conti.  ;-)

Ma NOI Donne siamo così, possiamo fare più cose insieme, parlare al telefono, cucinare e nel frattempo allattare, mandare mail, fare la lavatrice e in tutto questo caos riuscire anche a pensare, sognare,fantasticare, tutto insieme, si, tutto insieme. Continuamente. 

Per fortuna esistono persone come Enrica Tesio e il suo blog (https://tiasmo.wordpress.com) che, come donna, non ti fanno sentire sola in tutto questo caos meraviglioso della vita. Perché la vita è proprio questa quotidianità di cose che facciamo, che viviamo, che amiamo. 

Intervista di Pietro De Bonis a Daniele Cattaneo, autore del libro “Phobie”.


“Una tranquilla cittadina diventa teatro di efferati omicidi.     Un crudele serial killer si muove indisturbato in rete per trovare le sue giovani vittime. Sta a Mattia Baroni, giovane ispettore,trovare l’omicida. Le indagini non sono semplici da svolgere. Pochi indizi e nessuna tracciaportano all’assassino e ogni svolta diventa sempre più vana. Crudeltà, cinismo, sarcasmo, e una bella storia d’amore si intrecciano senza escludere di colpi di scena. 

Daniele Cattaneo è nato ad Alzano Lombardo (BG) nel 1976 e cresciuto ad Endine Gaiano. Nel 1994 si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri dove ha svolto per undici anni diverse mansioni, tra cui partecipare a ben cinque missioni di pace nell’ex Jugoslavia. “Phobie”, Eden Editori, è il suo thriller d’esordio. 

domenica 1 marzo 2015

Intervista di Pietro De Bonis a Floriana Coppola, autrice del libro “Donna Creola e gli angeli del cortile”.

 «Creola mi aveva insegnato a leggere i segnali del sogno della vita, a ricercare il senso degli eventi. Volevo continuare a lasciare aperto quel fragile spiraglio verso gli altri significati, immaginando la scia invisibile del non razionale… Potevo credere in quello che vedevo, in quel poco che toccavo con mano… Pensare di essere quello che mangiavo, ciò che bevevo, il lavoro che sceglievo… fino a perdermi. Ma non ho voluto.»


Floriana Coppola vive a Napoli, dove insegna materie letterarie negli istituti statali  superiori. Ha scritto racconti, romanzi e sillogi poetiche, incentrate soprattutto sull’emersione dei problemi e dei linguaggi femminili. Nel 2009 le è stato conferito il premio giornalistico e letterario “Marzani”. Nel 2010 ha pubblicato la silloge poeticaSono nata donnanel 2012 pubblica il romanzo “Vico Ultimo della Sorgente” e la silloge poetica “Mancina nello sguardo”. Di recente ha pubblicato il romanzo Donna Creola e gli angeli del cortile (casa editrice La Vita Felice)fresco di ristampa, di cui oggi parleremo.

Intervista di Pietro De Bonis a Roberta Mormando, autrice del libro “A cuor leggero…”.



“Non esiste un modo più facile e meno doloroso per una donna di affrontare una scelta così lacerante come l'aborto. E non esiste giudice, che sia istituzione, che sia il Dio di qualunque religione, che sia qualunque persona con cui si abbia a che fare, che può sostituirsi a una madre nella scelta di portare avanti o no una gravidanza. La libertà individuale deve essere sempre tutelata poiché nessuno può essere in grado di giudicare una situazione nella quale si è mai trovato.”

Roberta Mormando nasce a Taranto il 1 febbraio del 1979, desidera da sempre scrivere, ma solo dopo la maternità riesce a concretizzare. La scrittura è un diletto, la lettura un piacere: è soltanto una a cui piace condividere il frutto della sua immaginazione. Nel luglio 2012 vince il concorso “Arte in Festival -I Sette Peccati Capitali – sez. Racconti Brevi”, nel settembre 2012 si classifica quarta al Premio Internazionale di Arti Letterarie Thesaurus Menzione d’Onore, Sezione Narrativa, Menzione d’Onore nell’aprile del 2013 al Premio terre di Liguria. Oggi vi parleremo del suo romanzo “A cuor leggero…” (Artistica Edizioni), uscito nel dicembre scorso.